(0)

La tabella di caccia: regole di funzionamento  
Ritorno alla home page

traduzione di Aki IZ0MVN

Vedere anche: La tabella di caccia del 2008 - La tabella di caccia del 2009 - La tabella di caccia in corso -

Lo scopo

La tabella di caccia è stata ideata con un triplice scopo:

- favorire l'emulazione tra cacciatori;
- elencare le radiosonde ritrovate per effettuare delle statistiche;
- mettere in evidenza il ruolo dei cacciatori di RS nella "pulizia" dell'ambiente (senza farsi illusioni).

Favorire l'emulazione e le ricerche in squadra

In alcuni paesi la caccia alle RS è una competizione in cui il più rapido, il meglio equipaggiato, il più efficace e il più versatile ritrova per primo la sonda utilizzando talvolta i mezzi più strani per distanziare i suoi concorrenti. E' anche il più temerario, quello che supererà le recinzioni con meno scrupoli, o si arrampicherà sugli alberi più alti, che riporterà la radiosonda e segnerà un punto. Il secondo rientrerà a casa domandandosi come potrà superare i suoi compagni per arrivare primo la volta successiva. Questo modo di procedere non favorisce la condivisione di informazioni e di conoscenze e creerà delle rivalità silenziose e durature.
Nella rete radiosonde-monitoring e su questo sito, ci si sforza, al contrario, di diffondere tutte le informazioni non confidenziali (quelle che riguardano la codifica della telemetria o i lavori sui prototipi dei costruttori) e utili per i cacciatori.
Per incoraggiare i cacciatori esperti ad aiutare i principianti, e perché i meno organizzati possano partecipare senza frustrazioni, il calcolo del numero di radiosonde ritrovate si effettua non sui pezzi riportati egoisticamente a casa ma sul fatto di aver partecipato e visto la sonda sul suo posto di caduta (v. regole qui sotto); ancora, ogni membro della squadra che avrà cacciato sul campo ha le stesse possibilità di vedere il proprio punteggio salire di un punto. Non è necessario spingere un concorrente in un burrone o rischiare la propria vita salendo su un pilone di un elettrodotto per vedere il proprio punteggio migliorato. La foto a lato è di F1NVW.

Inoltre, il punteggio non è congegnato con il principio di mostrare la valenza di un cacciatore. Non si può paragonare il punteggio di un pensionato abitante in pianura, nella zona di ricaduta di una M2K2 della quale decodifica le ultime trame, con quello di un OM che abita su un'isola e non riceve una RS92-KL che con venti da est, sonda che non potrà ricercare che dopo la sua giornata di lavoro. Solo il detentore di un punteggio conosce le difficoltà incontrate per raggiungerlo.

Richiami sulle usanze dei cacciatori di radiosonde

Non sono regole validate da un comitato qualunque ma solamente delle abitudini prese da radioamatori, accaniti nel conservare un buon ambiente di cameratismo e di supporto che talvolta si definisce "spirito OM";
- è auspicabile l'annuncio sulla lista radiosonde-monitoring (per esempio) che si sta per partire in caccia nel tale posto per la radiosonda di tale ora. Altri partecipanti potranno essere incoraggiati ad uscire, si possono organizzare delle squadre; colui che troverà per primo la RS sarà attento a non portarla via senza avvertire.
- in una caccia di gruppo, è frequente che un OM, restando a casa, assista uno o più cacciatori sul campo, utilizzando Google-map per guidarli, tracciando i loro rilevati su una mappa o comunicando un rilevato di perdita.
- Colui che trova per primo una RS chiama sulla frequenza 145.550 MHz (frequenza di lavoro dei cacciatori di RS) per avvertire gli altri eventuali cacciatori che l'emissione della radiosonda non tarderà ad essere persa. Egli può rimettere sul giusto cammino i cacciatori disorientati che gli chiedono aiuto. Succede frequentemente che egli lasci la radiosonda sul posto, per i cacciatori ancora in cerca, e rientri a casa.
- Se un cacciatore constata che la RS è stata catturata da un collega più rapido ignorando le consuetudini citate, non gliene vorrà e si contenterà di ricordargliele gentilmente.
- Quando molti cacciatori ritrovano insieme una radiosonda, questa spetterà a colui che ne ha più desiderio, che è spesso un principiante molto contento di annunciare il suo primo trofeo.
Questa pratica ha favorito lo sviluppo di legami di amicizia, ha attenuato le rivalità ed ha favorito lo scambio di materiale e di consigli. Inoltre, ha attirato verso la radio d'amatore altri principianti e fatto ritornare alcuni OM che se ne erano disinteressati.

Per segnare un punto

Per poter dire che è stata trovata una radiosonda e segnare un punto che sarà registrato nella tabella di caccia, bisogna semplicemente essersi portati sui luoghi di caduta della RS (o sul posto in cui essa è stata trasportata da un passante) ed aver visto senza dubbio possibile uno degli elementi della catena di volo (paracadute, resti del pallone, dispositivo della sonda).
Dal momento che il punto segnato nella tabella non ha altro valore che quello che gli attribuisce colui che lo segna, è soprattutto quest'ultimo che decidera se lo merita o no. E' facile imbrogliare ma non è questo lo spirito della competizione.
Piuttosto che un regolamento rigido, ecco qualche esempio che permetterà ad ognuno di sapere se può considerare di aver guadagnato un punto. In poche parole: la giustificazione della regola.
Esempi di RS ritrovata:
- La sonda è caduta nelle cinta chiuse di un'impresa, il paracadute è visibile con il binocolo sul tetto di una costruzione [non v'è dubbio possibile; è inutile rischiare o penetrare senza autorizzazione in questa proprietà privata].
- I0XXX che ha catturato da poco la radiosonda, la posa sul tettuccio della sua vettura situata in prossimità del punto di caduta e comunica la sua posizione agli amici ancora in caccia [certo, non si tratta affatto di radiogoniometria ma i cacciatori che si portano sul punto d'incontro possono continuare le ricerche in radiogonio o non contare il punto se lo giudicano non meritato].
- La radiosonda è stata ritrovata da un agricoltore e segnalata presso di lui o messa nella spazzatura. Il cacciatore l'ha ritrovata con radiogoniometria tradizionale o chiedendo ai vicini.
- I0XXX, cacciatore di radiosonde, ritrova la RS del mese scorso andando in giro con la famiglia. [è un caso limite ma il cacciatore deciderà lui stesso se si trova nel caso di una caccia alle radiosonde].
Esempi di RS NON ritrovata:
- il segnale è udibile senza antenna, la sonda (invisibile) è senza dubbio in alto, su un abete di questo bosco molto folto [la sonda può essere a svariati chilometri, ben esposta, e il segnale molto forte dà l'illusione che sia molto vicina]

Come essere iscritti nella tabella

Per quelli che fanno parte della lista "radiosonde-monitoring" (v. pagina contatti per iscriversi) basta inviare un messaggio sulla lista. Gli altri possono inviare un messaggio a:
Il comunicato dovrà contenere al minimo le informazioni da far figurare nella tabella (in grassetto le informazioni indispensabili):
- data della scoperta;
- denominazione del Comune più vicino o, in mancanza, posizione geografica in gradi decimali (evitare minuti e secondi);
- provincia nella quale si trova questo comune;
- tipo di radiosonda;
- lista dei cacciatori partecipanti a questa scoperta e desideranti figurare nella tabella;
- e, se possibile, il punteggio di ciascuno di questi cacciatori.

La tabella di caccia

A titolo illustrativo, un estratto della tabella 2010:
 Date  Lieu  Type  lâchée à  Chasseur  Nb
 09/09/2010  La Selle-en-Hermoy (45)  M2K2  Trappes  Michel F6GVH  39
 08/09/2010  Pont-Melvez (22)  M2K2  Brest  Stéphane F1NZR  25
 07/09/2010  Fonches-Fonchette (80)  M2K2  Trappes  Jean-Luc F1REP et Fréd  28 et 18

Il collegamento attribuito a Pont-Melvez (22) si riferisce alla dichiarazione della caccia comunicata da F1NZR sulla lista "radiosonde-monitoring". Non tutte le dichiarazioni sono pubblicate per mancanza di spazio (ce ne sono già più di 170).

home page