(0)

 La radiosonda VAISALA RS41-SG
 _

Ritorno alla home page

Di Walter, DJ9VF
traduzione di Achille De Santis

Voir aussi : La radiosonde VAISALA RS92-SGP - La radiosonde VAISALA RS92-AGP - Le Radiosondage : l'écoute des radiosondes - Le radiosondage : principes et généralités


Descrizione

La radiosonda RS41-SG è stata presentata da Vaisala il 15 Ottobre 2013 al "World Expo 2013" a Bruxelles.
Sul sito di Vaisala è possibile trovare le specifiche molto dettagliate della RS41-SG.

Al di là dello slogan: "meno cara, più precisa, più facile" questa nuova sonda presenta un vantaggio netto sulla RS92-SGP: 109g contro 260g, un argomento commerciale di peso in un'epoca in cui il costo dell'elio diventa una delle più importanti voci di spesa di un radiosondaggio.
Il contenitore si compone di due mezze-conchiglie in polistirene per l'isolamento termico e di altre due mezze-coppe sottili in materiale plastico rigido; esso ha una forma afffusolata che dovrebbe favorire la sua caduta tra gli alberi e limitare i rischi di vederla impigliata tra i rami.
All'interno del contenitore si trova una sola scheda con dei circuiti integrati su entrambe le facce. All'estremità superiore si può vedere l'antenna GPS, particolarmente piccola. All'altra estremità della scheda si trova la consueta antenna a quarto d'onda 400MHz per la trasmissione dati.
Rispetto alla RS92-SGP, la RS41-SG non è dotata di serie del sensore di pressione che comunque è opzionale.
La trasmissione dei dati non è più continua ma sotto forma di trama, come sulla M10, per esempio. Così l'emettitore non trasmette che per la metà del tempo, cosa che permette di ridurre la capacità delle pile necessarie (due pile AA al litio).
Prima del volo, la sonda subisce una fase di calibrazione in apposita stazione di taratura. Il collegamento "locale" tra la sonda e la stazione di calibrazione si realizza ora per trasmissione senza fili, sull'esempio delle sonde Modem ma con collegamento HF a corta distanza su 13.560 MHz. Un piccolo pannello di controllo raggruppa l'interruttore di accensione e vari LED raffiguranti lo stato della sonda.

Sulla foto a lato si può distinguere:
H : la barretta di sospensione sulla quale si lega la cordicella;
S : Il braccio porta-sensori, di temperatura ed umidità;
T : il piccolo pannello con i LED indicanti lo stato della sonda, il canale di comunicazione infrarosso nonché l'interruttore acceso-spento;
A : Antenna 400 MHz




Caratteristiche

Dimensioni del contenitore: 272 x 63 x 46 mm con il braccio di supporto dei sensori;
Massa: 109g con le due pile;
Frequenza: regolabile entro 400,150 e 405,990 MHz. Il passo di frequenza è di 10kHz
Alimentazione: 2 pile AA al litio
Autonomia: 240 minuti al minimo
Modulazione: GFSK 4800bit/s
Larghezza di banda: 5kHz
Potenza di emissione: maggiore di 60 mW
Sensori: Temperatura: sonda piastrina - Umidità: capacitiva. La quota è misurata tramite GPS, che permette anche la misura indiretta della pressione. Un sensore di pressione opzionale può essere fornito a richiesta.

Foto (di Vlado, SWL)
(R) Svogitore di cordicella
(S) Braccio porta-sensori
(P) Piastrina elettronica
(B) Guscio esterno in plastica dura
(Y) Guscio interno in polistirene espanso
(A) Antenna 400 MHz
   Insieme dei gusci interni in polistirene per l'isolamento termico e dei gusci esterni in plastica dura resistente alle intemperie.

 









Modulazione

Esempio di modulazione in FM stretta


La caccia alle RS41-SG

Effettuare un rilevamento radiogoniometrico è un po' più difficile che per la RS92-SGP che trasmette una portante continua modulata.
La figura a lato mostra lo spettro di una RS41, dalla quale si evince che la larghezza di banda del canale è molto stretta.





home page