(1)

La misura dei venti in quota - la sonda-pilota

Ritorno alla home page

(traduzione di Aki IZ0MVN)

Vedere anche: Caratteristiche dell'atmosfera - Conversione di unità di velocità - Gli involucri dei palloni-sonda - Il pallone che non scoppia - I riflettori RADAR per palloni-sonda - I sistemi di localizzazione utilizzati nel radiosondaggioIl pallone-pilota - La pilotsonde GRAW type PS-15 (F) - La rawinsonde ou radiovent (F) -

  Fino agli ultimi anni, il mezzo più economico per conoscere le correnti d'aria nella parte bassa della troposfera era il pallone-pilota, rosso o bianco, la cui traiettoria veniva rilevata per mezzo di un teodolite. La flessibilità di questo metodo era contrastato dalla necessità di possedere questo apparecchio molto costoso e di disporre del personale competente per il suo uso. La miniaturizzazione e la spettacolare riduzione dei costi dei moduli-ricevitori GPS permette oggi ai fabbricanti di proporre delle radiosonde minuscole, dal peso sovente inferiore ai 20 g e capaci di trasmettere la loro posizione nello spazio con una grandissima precisione. Queste piccole radiosonde, prive nella maggior parte delle volte di sensori PTU, dovrebbero presto essere accessibili al più grande pubblico, dotato di un ricevitore molto economico e di un comune PC portatile, ossia di uno smartphone.
  Aspettando che altri costruttori facciano conoscere le loro nuove sonde-pilota, ecco due esempi di queste piccole meraviglie.

 La sonda-pilota PS-15 di Graw

Pesa soltanto 38 grammi, misura 35mm di diametro ed ha una lunghezza (antenna non compresa) di 75 mm.
Di fatto è una sorta di DFM-09 senza sensori PTU. Essa può quindi essere utilizzata direttamente con la stessa stazione al suolo della DFM-09 ed il programma Grawmet.
La sua autonomia, superiore a 90 min, le permette di effettuare delle misure fino a più di 30000 m con un pallone adatto.
   Radiosonda S1 di Windsond

Contrariamente a quello che lascia supporre la ragione sociale di questa società svedese, la S1 è una radiosonda che, in una delle sue varianti, può trasmettere delle informazioni PTU. Ma la sua funzione primaria, quella che è messa in evidenza dai suoi promotori, è la misura dei venti. Per questa ragione la si può considerare innanzitutto come una windsonde (radiovento) ed in seguito, a causa della taglia che richiede soltanto un pallone-pilota per salire fin quasi a 10000 m, come una sonda-pilota.
La sua massa molto piccola (12 g, pila compresa) è facilmente trainata dal più piccolo dei palloni-pilota.
 


Una nuova clientela per il radiosondaggio

La riduzione prevedibile dei costi delle sonde-pilota ed il fatto che l'equipaggiamento al suolo possa essere ridotto ad un ricevitore economico e ad un PC ordinario apriranno il mondo ristretto del radiosondaggio agli utilizzatori appartenenti al grande-pubblico generico:
- organizzatori di feste aeree e pilote di modelli radiocomandati
- paracadutisti e parapendisti;
- amatori di aquiloni;
- piloti di alianti e di ULM;
- aerotecnici pronti a rilasciare un pallone-scuola
e, di certo: aeronauti che potranno organizzare i loro voli e prevedere, con inaspettata precisione, il punto di incontro con il "retrouving".

Fonti e documenti

- data-sheet e siti internet di Graw e Winsond.


home page