(0)

Influenza del luogo del windgram nei calcoli di previsione  

Ritorno alla home page

(traduzione di Aki IZ0MVN)

Vedere anche: previsione di traiettoria - Volo di una RS - Curve e file di dati - Uso di Balloon Track - Modo d'impiego di NOAA-READY - Il diagramma dei venti, o windgram -

Quando la distanza percorsa dalla sonda è grande, i regimi di venti che essa incontra possono essere nettamente diversi da quello del posto di lancio.

Differenza di regime dei venti tra due luoghi

Le condizioni atmosferiche a livello del suolo possono essere completamente diverse tra due punti situati a qualche chilometro di distanza. Alle quote in cui le radiosonde subiscono i venti più forti le differenze sono generalmente meno marcate, il rilievi al suolo non esercitando più la loro influenza.
Si può vedere anche che la direzione e la forza dei venti può variare nettamente a 100 chilometri di distanza, per esempio tra Lione (figura di sinistra) e Ginevra (figura di destra) per domenica 30 dicembre 2007 alle 0600Z.
A 400 hPa (circa 7000m), la forza dei venti è dello stesso ordine di grandezza ma le loro direzioni divergono di circa 50 gradi.
A 200hPa (12000m) la forza dei venti passa da 50 a 35 kts.
   


Scelta del luogo del windgram nel calcolo delle previsioni

Con BT, il diagramma dei venti utilizzato per il calcolo è abitualmente quello della stazione di radiosondaggio. Quando non si sa in quale direzione si dirigerà la RS, è la migliore soluzione. Ma bisogna sapere che la posizione teorica del punto di caduta può essere fortemente erronea. Dal momento che non è possibile fornire a BT le caratteristiche dei venti per ciascuna delle zone attraversate, una soluzione per diminuire i rischi di scarto tra punto d'impatto teorico e punto d'impatto reale è di fare il calcolo basandosi sul windgram della regione del punto di scoppio. Per questo si procede in 2 tappe:
1) calcolo di traiettoria basato sul windgram del luogo di lancio per determinare la posizione di BP, il punto di scoppio.
2) nuovo calcolo con BT, servendosi questa volta del windgram alle coordinate di BP.

Posizione del punto di caduta calcolato in funzione del luogo del windgram

Una trentina di simulazioni basate sui principi enunciati precedentemente hanno permesso di farsi un'idea degli scarti indotti dall'uso del windgram del luogo di lancio:
- scarto medio sulla direzione: + o - 8 gradi ma può superare i 50 gradi;
- scarto relativo medio sulla posizione del punto di caduta: 15% ma può andare fino al 40%. In altre parole, per un cammino percorso di 100 km la distanza media tra il punto di caduta reale e quello calcolato è di 15 km.
Il grafo a lato mostra la dispersione (dopo una spianatura grossolana) dello scarto relativo medio Err. calcolato per ciascuna delle simulazioni. La retta di tendenza sottolinea che lo scarto relativo aumenta con la distanza, cosa che si comprende facilmente se si considera che le situazioni meteorologiche di due punti hanno tante più possibilità di essere diverse quanto più i due punti sono lontani l'uno dall'altro.

Esempio

La mappa a lato mostra un esempio di calcolo in due tempi: il punto BP è stato dapprima determinato con un primo calcolo e le sue coordinate sono servite a recuperare un diagramma dei venti su NOAA-READY che ha permesso il calcolo del punto di caduta B.
Se ci si fosse accontentati di un solo calcolo basato sul windgram di Trappes, lo scarto del punto di caduta calcolato (distanza tra A e B) sarebbe stato di circa 60 km per un volo di 280 km, con uno scarto relativo del 21%. Questa incertezza si aggiunge a tutte le altre.


home page