(4)

 Principi, interessi e limiti della decodifica delle radiosonde
__
Ritorno alla home page

(traduzione di Aki, IZ0MVN)

Vedere anche: Il programma SondeMonitor -

Trasmissione dei dati misurati

Si sa che la radiosonda ritrasmette i dati verso la stazione di radiosondaggio che l'ha lanciata; possono essere di diversa natura:
- dati meteo direttamente misurati: pressione, temperatura e umidità relativa;
- posizione, misurata con un ricevitore, GPS o LORAN-C, a bordo.
A questo possono aggiungersi altre informazioni tecniche che dipendono dal tipo di materiale.
Altre volte la tensione fornita da un sensore di temperatura potrebbe essere trasformata in un suono, l'altezza (frequenza) del quale varierebbe con il valore della temperatura. Questo segnale a bassa frequenza servirebbe a modulare direttamente l'onda portante generata dal trasmettitore.
Attualmente i dati forniti dai sensori sono digitalizzati prima di essere trasmessi.

Principi della decodifica

Per poter decodificare, almeno in parte, le informazioni emesse da certe radiosonde, occorre come minimo:
- il ricevitore e l'antenna, utilizzati per la ricerca radiogoniometrica;
- un PC fisso o portatile, dotato di scheda audio;
- il programma SondeMonitor.
Basta collegare l'uscita cuffia del ricevitore all'entrata "Line" della scheda audio e poi lanciare il programma, correttamente inizializzato.
Il programma filtra il segnale BF e ne estrae le informazioni prima di visualizzarle a schermo, sotto forma di curve o nelle finestre di dialogo.
I dati bruti decodificati vengono immagazzinati in file che possono, in seguito, essere riutilizzati in un trattamento ulteriore, sia in entrata a Sondemonitor, sia in un foglio elettronico.

Interesse della decodifica

L'appassionato di meteorologia apprezzerà di poter accedere direttamente ai dati che diversamente saranno disponibili soltanto varie ore più tardi. Tuttavia, queste informazioni fornite da Sondemonitor non sono affidabili al 100%.
Per il cacciatore di radiosonde, la decodifica ha, di sicuro, un grande interesse tecnico e pedagogico ma è soprattutto il posizionamento delle RS92SGP ed AGP che sarà gestito per identificare una RS in volo e ritrovarne la provenienza o per facilitare le ricerche in campo. Il tipo di radiosonde lanciate da svariati centri può essere determinato anche a distanze che possono superare i 700km (732km Milano da F6FHG in agosto 2011).

I limiti di SondeMonitor

Esistono numerosi modelli di radiosonde e se ne possono incontrare una decina nelle regioni dell'Europa Occidentale.
Solo 5 di questi modelli sono decodificabili con SM, in particolare la RS92SGP e la M2K2 la cui posizione viene rilevata con GPS a bordo.
 Modello

 Fabbricante

 Decodifica con SM
 Dati decodificati  Annotazioni
 RS80L

 Vaisala

 si
 solo telemetria  
 DFM-06

 Graw

 no
   
 M2K2

 Modem

 si
 telemetria e posizione  decodifica agevole
 RS92KL

 Vaisala

 si
 solo telemetria  
 RS92SGP

 Vaisala

 si
 telemetria e posizione  decodifica agevole
 SRS 400W et PTU

 Meteolabor

 no
   
 RS92AGP

 Vaisala

 si
 telemetria e posizione  decodifica agevole con uscita BF diretta



home page