(0)

 La caccia con previsione, con una squadra
 
Ritorno alla home page


(traduzione di Aki IZ0MVN)

Vedere anche: L'ascolto delle radiosonde - Preparazione di una spedizione - Addestramento e preparazione - Previsione di traiettoria - Volo di una RS - Caccia SENZA previsione, con una squadra - La ricerca sul terreno -

Una previsione deve essere considerata come una semplice indicazione del punto di caduta di una radiosonda. Essa permette di sapere quale mappa portare con sé ma può rivelarsi molto approssimativa. Il metodo qui descritto è una variante che è stata provata nel corso di vari eventi di caccia.

Scopo

Lo scopo è di trovarsi a meno di 10km dal punto di caduta della radiosonda al momento dell'atterraggio.
Per questo ci si sforzerà di:
- misurare la direzione presa dalla RS tra il suo punto di partenza e il punto di scoppio BP;
- cercare di mettersi sotto la verticale del punto di scoppio;
- stimare, con una semplice regola del tre, la distanza totale percorsa dalla sonda e determinare il punto IP;
- dirigersi al più presto verso il punto IP stimato e mettersi in un posto ben esposto per ottenere una direzione.

Preparazione

Su una carta stradale al 1/200.000, tracciare la traiettoria (in blu sulla figura qui sotto) e piazzare 4 punti di misura, tali che:
- punto 1 a h+40min;
- punto 2 a h+70min;
- punto 3 a h+100min (BP, scoppio);
- punto 4 a h+120min.
La posizione dei punti è data da BT nella lista cronologica che si visualizza nella finestra principale. Basta riportare il valore di "Range (km)" in funzione di "Time" sulla carta.

Principio

Dall'inizio del volo ci si piazzerà su una strada che taglia, se possibile, ad angolo retto la traiettoria prevista per la fase di discesa, tra BP e IP. Sulla figura a lato viene indicato dalla RD1 in violetto.
(1) Il primo rilevamento viene effettuato il più vicino possibile al punto d'intersezione della strada e della traiettoria, lo scopo essendo di verificare che la RS segua bene la traiettoria teorica. Di fatto il rilevamento dà una direzione più a destra del previsto.
(2) Il secondo rilevamento, effettuato nettamente più ad Est, lascia supporre che la traiettoria reale taglierà la strada RD1 tra i punti di rilevamento 1 e 2.
(3) Il punto 3 viene scelto tra i punti 1 e 2. Al momento dello scoppio la RS è praticamente sulla verticale del punto 3. La direzione della traiettoria è determinata, il punto IP può essere posizionato sulla retta CM-BP, ad una distanza tate per cui: BP-IP = CM-BP/2 .
(4) Per portarsi al punto di caduta teorico IP si può usare la rete di piccole strade non rappresentate sulla figura o utilizzare un asse più rapido come la RD2 (in grigio). ll punto 4 è scelto in modo da avere un rilevamento che tagli la traiettoria ad angolo retto. L'angolo di sito sotto il quale è "vista" la RS permette di farsi un'idea della durata totale del volo.
(5) Se il segnale è molto forte e l'angolo di sito è piccolo, la RS può essere molto vicina e sul punto di atterrare. E' meglio fare una misura molto precisa sull'ultimo segnale ascoltato che cercare di avvicinarsi di più. In seguito resterà da perlustrare nella direzione dell'ultimo rilevamento.