(0)

 IL preamplificatore 403 MHz di Jean F6HCC
_

Ritorno alla home page

Vedere anche : IL preamplificatore 403 MHz di Peter DG4EK -

di Jean F6HCC
(traduzione di Aki IZ0MVN)

Molto compatto, il preamplificatore 403MHz qui descritto è facile da realizzare e non prevede componenti di difficile reperibilità. Lo schema è ispirato ad una descrizione di W5UN prevista per i 144 MHz.
Di fatto, il suo principale vantaggio non è il suo guadagno ma il suo bassissimo rumore, da cui il costo del transistore. Questo rumore dipende in parte dalla concezione del circuito di ingresso che è stato realizzato sommariamente ed è suscettibile di miglioramenti.
Il preampli è un po' nervoso e può mettersi ad autooscillare. Per evitare questo inconveniente sono stato obbligato ad appiattire un po' la sua selettività.

Schema



Descrizione

Il contenitore è realizzato con laminato doppia faccia per circuiti stampati. Così come rappresentato in foto, è un po' stretto e la vicinanza delle pareti e del coperchio disturbano la linea; sarebbe meglio aggiungere 1 cm ad ogni lato della scatola. Il fondo serve ugualmente per il fissaggio e la connessione dei componenti. Sono state realizzate alcune isole per mezzo di fresatura dello strato di rame interno.
Non è presente un circuito selettivo di uscita, per migliorare la stabilità del montaggio; in effetti la presenza di un circuito accordato favorisce le auto-oscillazioni. Si può migliorare leggermente il guadagno utilizzando un trasformatore su un mini toroide di ferrite UHF (T37-0, per esempio).

Taratura

1) regolare la corrente di drain tra 10 e 12mA;
2) Applicare un segnale debole all'entrata e allineare il circuito d'ingresso per il massimo guadagno;
3) regolare il condensatore variabile d'ingresso per il miglior rapporto Segnale/Rumore.
C'è un sistema molto pratico per misurare il guadagno, questo è il generatore di rumore. Si può fare la taratura con l'aiuto dell'S-meter del ricevitore.

Foto


Nota: la capacità d'ingresso di 10pF sulla presa BNC, la linea e la capacità d'accordo di 10pF, la RFC su toroide in ferrite.


Nota: il transistore e i suoi due condensatori di disaccoppiamento CMS su ciascuna delle connessioni del source, perlina di ferrite sulla connessione di drain, la resistenza variabile.


IL coperchio è attraversato da due fori per la regolazione dei due variabili da 10pF