(1)

Sistema "homing" a 2 e 4 antenne


Ritorna a: Materiale di ricezione

di Robert, F1GHO
traduzione di Aki IZ0MVN

Vedere anche: Radiogoniometria Doppler sulle RadioSonde


Questo montaggio semplice per Homing è ispirato allo schema di WB2HOL. Funziona a meraviglia!

Principio di funzionamento

L' "homing" è basato su una ricezione a due antenne identiche, che sono commutate elettronicamente ed alternativamente a circa 300 Hz. Il segnale proveniente dal ricevitore è comparato con le fasi di commutazione; ne risulta uno zero centrale su un galvanometro quando le due antenne sono equidistanti dall'emettitore. Io utilizzzo un doppio gioco di antenne, AVANTI/INDIETRO e DESTRA/SINISTRA, arrangiate sullo stesso ricevitore e da lì mi faccio portare verso il trasmettitore.

A "zero homing", l'ascolto del segnale è più chiaro; commutando le antenne il suono diventa "crepitante" a causa della frequenza di commutazione, cosa che permette la ricerca uditiva dello zero, oltre allo zero del Voltmetro.
Quando le due antenne sono equidistanti dalla sorgente di RF, il voltmetro deve essere sullo zero. Girando un po' il supporto delle antenne, il voltmetro deve deviare dalla parte dell'antenna che si trova più vicina al trasmettitore. Se il voltmetro devia nell'altro senso, invertire i collegamenti su di esso.
L'inseguimento sul terreno farà apprezzare la facilità dell'homing rispetto alle antenne direttive (ingombro, campi intensi, precisione del rilevamento...).
Nota: più si aumenta la distanza tra le antenne sulla piasta, più si aumenta la sensibilità di direttività. Una distanza da 15 a 20 cm va molto bene per un uso in 400 MHz (v. foto sotto).

Esempio sul terreno o in vettura

Avanzando verso l'obiettivo, l'homing indica "avanti", poi, sul voltmetro l'indice s'inverte. Questo vuol dire che si è passata da poco la perpendicolare della RS.
Basta voltare di 90° per sapere ora da quale lato si trovi. Poi, avanzare in questa direzione fino all'inversione dell'indicazione (come detto precedentemente). Se necessario si ricomincia. In uno o due passaggi si va verso l'obiettivo, se è ben nascosto.
Una bussola può essere fissata sul supporto antenne per fornire il riferimento quando si puntano le antenne su un obiettivo (allo zero del voltmetro, e fugare ogni dubbio, Av/ind, verificando verso quale lato si muove l'ago del voltmetro, girando leggermente (v. paragrafo precedente)












Realizzazione

1 circuito NE555 e 1 circuito CD4066, qualche resistenza e condensatore…
Fare un cablaggio curato di tutti i componenti, su un circuito stampato o su veroboard.
La resistenza R8 da 47K può essere variabile, per regolare la frequenza di commutazione delle antenne ed il suono (BF) tagliato che ritorna in altoparlante (HP).
Includere un piccolo altoparlante nel montaggio (sull'entrata BF, che viene dal jack HP del RX).

Cliccare sulle immagini per scaricare gli schemi e disegni in scala 1:1
   
 Schema    Circuito stampato    Disposizione componenti

Foto dell'antenna

Io utilizzo due antenne veicolari, con le loro basi, cavi coassiali e 2 BNC a crimpare, e ho messo i diodi e resistenze in una piccola scatola schermata.
Si può fare diversamente senza problemi, rispettando i dati.
 
 Le due antenne a quarto d'onda, fissate su una piastra metallica.    La piastra, vista da sotto

 
 Le 4 antenne sul tetto del veicolo sono commutate, due a due, dall'operatore (destra/sinistra e avanti-indietro)